DIVENTARE VIDEOMAKER E CAMPIONI DI FAIR PLAY IN UNO CIAK.

Come realizzare i vostri video

Usate il dispositivo che preferite per girare i video: potrebbe essere uno smartphone o un tablet. L’importante è avere una storia da raccontare che abbia come protagonista il gioco corretto sul campo o in rete. Non sapete da dove iniziare?Ecco alcuni consigli:

  • Leggete le Regole dei Campioni di fair play. Quali Regole vi sembrano più utili e adatte da condividere con i vostri amici? Sceglietene una o più di una e iniziate da lì!
  • Guardatevi intorno, condividete le vostre esperienze in classe: qualcuno di voi ha subito un atto di bullismo o cyberbullismo oppure conosce qualcuno che ne è stato vittima? Insieme potete fare molto per gli altri, siete una squadra.
  • Scegliete che forma dare a ciascuna storia: docufilm, videoclip musicale, spot pubblicitario, fiction, sogno, storia tra oggetti, campionato, etc.

L’idea diventa immagine animata

Ora che avete le vostre storie da raccontare, dovete metterle in scena in un video che duri al massimo 2 minuti. Sembrano pochi, ma le immagini hanno un grandissimo potere narrativo. Come una vera squadra decidete il luogo in cui registrare (in classe, in palestra, al parco, a casa), scegliete gli attori, scrivete le battute per il copione, trovate la musica più adatta come colonna sonora dei vostri video.

Lo Storyboard

Stabilite le scene e le inquadrature disegnando la storia a fumetti, vi sarà molto utile per organizzare le riprese.

Il montaggio

Esistono tante app utili a montare le riprese e trasformarle in un vero e proprio cortometraggio. Potete provare Inshot, Wivideo o Magistro e poi se volete inserite la postproduzione: gli effetti e i titoli. Buon lavoro di squadra.

Avete scelto con i vostri insegnanti il video che rappresenta la vostra scuola per il contest a premi?